Quel mattino a Lampedusa

Per non dimenticare

Nell’ottobre 2013 ero anch’io fra coloro che erano rimasti fortemente impressionati dalla tragedia accaduta a poca distanza da Lampedusa. Un piccolo peschereccio con a bordo oltre 500 profughi, in maggioranza eritrei, si era inabissato e 368 esseri umani erano annegati.

Anche in precedenza le cronache avevano registrato simili tragici eventi, ma mai erano accaduti a poca distanza dalla costa. E prima del 3 ottobre 2013 non erano mai morte tante persone in un solo naufragio.

Spinto dalla commozione, ho cercato di capire e di ricostruire i fatti accaduti. Dalla stampa internazionale e nazionale ho appreso chi erano le persone coinvolte e quali dichiarazioni avevano reso i superstiti e i soccorritori. Alcuni di loro sono riuscito a contattarli. Il mio obiettivo era uno solo: raccontare questa tragedia affinché non venisse dimenticata. Volevo, dovevo fare qualcosa. Ma cosa?

La lettura scenica

Ho proposto a un gruppo di amici e conoscenti di realizzare un progetto teatrale in forma di lettura scenica. Negli anni precedenti avevo sperimentato (con lo spettacolo teatrale “Tariq Auftrag” e la lettura scenica “C’era in Germania un Girasole”) come fosse possibile toccare il cuore e la mente del pubblico con i linguaggi teatrali. La lettura scenica offriva il vantaggio di ridurre i costi poiché il testo poteva esser letto anche da lettrici e lettori non professionisti.

Una lettura a Hildesheim

Francesco Impastato – siciliano di origine, ma da molti anni ad Hannover – ha dato subito la sua disponibilità a comporre, suonare e cantare le musiche della lettura. L'”Archivio Storico Lampedusa”, guidato da Antonino Taranto, ci ha fornito molte significative immagini. Dieci lettrici e lettori dello “Spielkreis Theater der Matthias Kirche Hannover” e due tecnici dello stesso gruppo si sono presto uniti a noi. E rapidamente abbiamo trovato dei sostenitori che ci hanno consentito di coprire gli inevitabili costi del progetto.

Francesco Impastato

A marzo 2014 il progetto ha avuto ufficialmente avvio. Dopo l’anteprima nel palazzo della centrale per la Germania del sindacato dei lavoratori della chimica, dell’energia e delle miniere (IG BCE) ha avuto luogo la prima: grazie all’Intendente del Teatro stabile di Hannover è stata presentata nella Cumberlandsche Galerie con attori professionisti. In seguito puntavamo a realizzare una decina di letture con i lettori e le lettrici dello “Spielkreis Theater der Matthias Kirche Hannover”.

Imprevedibile sorpresa

Nessuno di noi poteva immaginare lo sviluppo futuro del progetto. Già nel colloquio con il pubblico seguito alla prima era apparso chiaro che molti erano interessati alla nostra lettura. Sarebbe però stato difficile se non impossibile raggiungere con i nostri pochi mezzi località distanti da Hannover. Per questo ho avanzato una proposta a chi ci chiedeva di presentare la lettura in località troppo distanti, quella di realizzarla direttamente e con il nostro aiuto: avremmo fornito loro tutti i materiali necessari, dai copioni alle musiche, dalle immagini ai materiali pubblicitari. I risultati sono andati oltre le nostre più rosee previsioni:

Fino a oggi (26.07.2021) hanno avuto luogo 368 eventi basati sulla lettura scenica cui hanno partecipato ca. 34.450 spettatori. Sono stati realizzati in parte dal nostro gruppo e soprattutto da 589 scuole, associazioni, comunità parrocchiali, enti locali, organizzazioni sindacali, partiti ecc..

Oltre 1345 lettrici e lettori hanno presentato il testo coadiuvati da 308 tecnici.

È stato possibile raccogliere 93.715,29 € di offerte fornite dagli spettatori. In questo importo sono inclusi anche 2.930,90 € derivanti dalla vendita di 553 CD da parte della ditta 'Girafe Music & Publishing'. In questo modo è stato possibile sostenere il lavoro di 247 progetti e iniziative a favore dell'integrazione dei profughi.

Passaparola

Ancora oggi è possibile da parte di scuole, teatri, comunità e associazioni presentare la lettura scenica. Anche se noi non svolgiamo un’opera attiva di pubblicizzazione del progetto, è stato il passaparola a farlo per noi: di lettura in lettura sono via via aumentati gli interessati e il progetto ha coinvolto sempre nuovi gruppi.

Con loro abbiamo stipulato delle semplici convenzioni che regolano la nostra collaborazione con i partner. Il sito del progetto (www.lampedusa-hannover.de) fornisce tutte le indicazioni utili.

Sostenitori

Dal 2017 il nostro progetto non fruisce più di finanziamenti da parte di sostenitori, ma in passato è stato avviato e sostenuto grazie al contributo finanziario di vari partner. A loro sono molto grato.

Nel 2014 i sostenitori erano i seguenti:

Inoltre, fruiva dell’appoggio di

e in altre modalità era stato favorito da

Anche l’anno seguente, 2015, la lettura ha potuto fruire di finanziamenti da parte delle stesse organizzazioni, cui si è aggiunta l’ONLUS

Sempre nel 2015 abbiamo dato avvio al progetto scolastico di durata triennale. I partner che ci hanno sostenuto erano questi: